Matrimonio!!!!

Matrimonio!!!!

Scusate l’assenza di alcuni mesi ma nel frattempo mi sono sposato! !!!
I lavori sulla Lambretta sono andati avanti e con calma aggiornerò il blog: lo smontaggio è completo, adesso tocca alla sabbiatura e la successiva verniciatura dei pezzi. Stay tuned!

Burocrazia – Revisione

Come anticipato qualche mese fa per procedere con la revisione è necessario far reiscrivere il proprio motociclo nel database della motorizzazione. Avendo già una Lambretta circolante ho portato avanti la pratica di questa e già che c’ero ho portato con me anche i documenti della Golden. È bastato andare in motorizzazione e presentare un mio documento con i libretti delle Lambrette per essere abilitati ad eseguire la revisione.

Ho solo una puntualizzazione da fare: se avete una targa a cinque cifre attenzione perché la motorizzazione aggiunge uno 0 tra la provincia e il numero così da arrivare a 6 cifre, dico questo perché mi è capitato di andare in una officina per la revisione e non trovavano la targa nel database, è bastato aggiungere lo 0 e il problema si è risolto.

Lambretta LI 3a serie: revisionata

Lambretta Golden: abilitata alla revisione

07) Leva riserva benzina

Per rimuovere il serbatoio è necessario togliere la leva che comanda l’apertura del flusso di benzina e della riserva. Dalla foto sopra si vede un dado (sulla destra) che si collega al serbatoio, questo va svitato con una chiave da 19mm , si rimuove il tubicino in gomma nero che si collega al carburatore ed infine si libera l’asta che arriva alla manopola della riserva.  Per effettuare quest’ultima operazione si deve liberare una coppiglia (in foto al centro), altro non è che un filo di ferro ad U con l’estremità ripiegate verso l’esterno in modo da bloccare il tutto. Basta piegare l’estremità per riportare la forma ad U e sfilare la coppiglia così che anche la manopola e l’asta collegata possano essere sfilate.

Sotto un dettaglio dei pezzi rimossi:

Oltre ai pezzi già citati si vede la guarnizione in gomma che tiene in sede la manopola, qui sotto una foto di maggiore dettaglio dove si vede come è fissata la coppiglia e sullo sfondo il filtro della benzina che è all’interno del serbatoio. Inutile dire che queste operazioni vanno fatte a serbatoio vuoto!

06) Sportello benzina

Immagine

Iniziamo a sgombrare l’area che ci servirà poi per estrarre il serbatoio. Il tappo è tenuto da una specie di molletta metallica, in teoria se con una pinza si unissero le due estremità si potrebbe sfilare agevolmente… questo in teoria perchè essendo arrugginita non si muove di un millimetro.

Con l’aiuto di un Dremel ho reciso l’estremità sinistra nella foto e con un po’ di fatica ho estratto la mollettina.

Immagine

05) Scatola Attrezzi

Adesso che si è liberato un po’ di spazio abbiamo pieno accesso alla scatola degli attrezzi. Questa è bloccata da tre dadi con altrettanti fermi ricurvi per adattarsi ai ganci della scatola. I dadi sono situati nella parte alta al centro e sotto sui due lati, a loro volta i dadi “sarebbero” bloccati da delle rondelle con i lembi ricurvi in modo da non permettere di svitarsi. Dico sarebbero perchè nel mio caso le rondelle ci sono ma i lembi non sono piegati e svitare il dado è abbastanza semplice, basta usare una chiave da 10mm. Tuttavia con un cacciavite si sarebbe dovuto riportare il lembo dritto e procedere a svitare il dado.

 

 

Una volta liberato il bullone lo si può estrarre dall’interno del cassetto e… sorpresa! Si tratta di un bullone ricurvo molto particolare.

 

 

 

 

 

 

 

 

La parte più difficile di questo lavoro è stata l’estrazione vera e propria della scatola degli attrezzi. Una volta rimossi i blocchi non voleva saperne di staccarsi, la guaina in gomma infatti si era fusa con il metallo, è stato necessario tagliarne un po per poterla tirare e rimuove. Niente di preoccupante tanto deve essere sostituita.

All’interno della scatola ho trovato una piacevole sorpresa, il cavalletto per cambiare la gomma posteriore e il cacciavite originali del kit innocenti più una serie di candele usate tra le quali una mitica Lodge!

Burocrazia e dintorni

Con questo post voglio aprire una nuova sezione che tratta di burocrazia, s’intende naturalmente sempre relativa al mondo Lambretta. Successivamente al restauro vorrei infatti iscrivere la lambretta ad un registro storico, ASI o FMI, vedremo poi… e magari ottenere una bella targhetta oro! Non che ci tenga particolarmente a queste formalità però avendo curato il restauro di persona sarebbe una bella soddisfazione ricevere un riconoscimento anche solo simbolico.

Descriverò quindi dettagliatamente l’iter da percorrere e tutte le fasi per l’iscrizione ad un registro storico e tutto ciò che riguarda le procedure da seguire per mettere in strada la Lambrettina.

Il primo passo è andare in motorizzazione per far iscrivere lo scooter al registro delle revisioni, è stato questo infatti informatizzato dal 2003 e per tutti quei veicoli che non sono stati revisionati da parecchio tempo è necessario che vengano inseriti nel database. Il tutto dovrebbe risolversi presentando libretto e carta d’identità che individui nel soggetto il proprietario e il “gioco” è fatto… staremo a vedere.

04) Scatola Filtro

Per rimuovere la scatola del filtro è necessario aver tolto la presa d’aria che lo blocca sulla parte superiore. Tramite un cacciavite si allarga leggermente  la fessura che blocca il fermo metallico, si preme e si allarga sulle estremità e si sfila.  Il passi successivo è togliere la fascetta in basso che chiude il carburatore al soffietto in gomma.

 

Una volta rimossa la fascetta si può togliere la pipetta e il filtro dalla scatola. Il filtro è tenuto bloccato alla pipetta da un perno che termina con una rondella e  galletto, basta svitare quest’ultimo e il filtro è libero. Per estrarre la scatola bisogna svitare un dado con una bussola da 10 mm perchè l’accesso è un può ostico. Il dado è collegato ad un particolare bullone a testa quadra fatto apposta perchè si possa bloccare e fare in modo che il dado si sviti. Tolto il dado la scatola viene via agevolmente. Svitando sempre con il cacciavite la fascetta tra pipetta e soffietto quest’ultimo viene via. In fondo al soffietto c’è un serbatoietto di plastica con all’interno una valvola di spurgo dell’olio e un tubicino di scarico.

Qui sotto il dettaglio della marcatura originale sulla pipetta.

Innocenti 19.91.6018

 

Lambretta Golden restoration

Rise up your mind, it's time to shine

This Is Not A Club

But just a nice place to meet old scooter lovers...